NSA: registrate anche le telefonate dei francesi

di

Incredibile rivelazione del quotidiano francese "Le Monde", che torna sulla questione Datagate. Secondo la testata transalpina, l'NSA avrebbe spiato dal 10 Dicembre 2012 all'8 Gennaio 2013 anche la Francia, registrando circa 70,3 milioni di conversazioni telefoniche. La confessione sarebbe stata fatta da Edward Snowden, che avrebbe messo a disposizione dei giornalisti alcuni documenti segreti per dimostrare la tesi.

I rapporti, secondo Le Monde, "forniscono spiegazioni sufficienti per far pensare che l'obiettivo della NSA è spiare persone che hanno legami con il terrorismo ed individui presi di mira per la loro appartenenza al mondo dell'economica, politica o dell'amministrazione francese". Immediata è arrivata la reazione del Ministero dell'Interno, che per bocca del ministro Manuel Valls ha annunciato che chiederà spiegazioni all'esecutivo di Obama.