Nuova operazione della GdF: oscurati 15 siti internet che offrivano IPTV

di
La Guardia di Finanza di Cagliari, sotto ordine del Sostituto Procuratore del capoluogo sardo, ha disposto oggi il sequestro e la chiusura di quindici portali internet attraverso cui era possibile guardare illegalmente in streaming i canali di Mediaset Premium e Sky.

L’operazione, battezzata “Pirate on Demand” ha portato portato le fiamme gialle ad eseguire una serie di perquisizioni locali ed ispezioni informatiche nei confronti di quello he può essere definito l’amministratore dei siti, un 65enne della provincia di Varese, a cui è stato contestato il reato di violazione del diritto d’autore.
I siti web trasmettevano gli interi palinsesti televisivi attraverso il metodo dell’IPTV sia attraverso la modalità streaming live che streaming on demand.
Le investigazioni erano iniziate nel settembre del 2016 ed hanno interessato le piattaforme Mediaset e Sky.
Le indagini si sono sviluppate partendo da un’accurata attività investigativa – condotta con la collaborazione delle unità anti piracy di Sky e Mediaset - mirata a monitorare, selezionare e vagliare molteplici quantità di dati interconnessi tra di loro.
L’esito di tale attività ha consentito di circoscrivere il raggio di azione su alcuni cluster di informazioni (nickname ed indirizzi ip maggiormente ricorrenti), il cui successivo, ulteriore, approfondimento ha condotto all’individuazione del responsabile della gestione dei siti pirata” si legge nel rapporto, il quale afferma che gli inquirenti stanno valutando non solo la posizione degli indagati e quantificheranno i guadagni conseguiti illegalmente, ma anche quella di coloro che hanno acceduto alle piattaforme attraverso l’acquisto degli abbonamenti.