Nuovo caso di revenge porn in Italia: denunciato 28enne

di
La Polizia Postale di Asti ha denunciato un 28enne del luogo con l’accuso di “sex-extortion”, termine attraverso cui si identifica un fenomeno che riguarda la minaccia di pubblicare in rete materiale pornografico privato.

Il giovane, all’insaputa della vittima, ha ottenuto del materiale pornografico e non ha esitato a condividerlo in rete. Immediata è arrivata la segnalazione alle autorità, che hanno non solo eliminato le immagini e filmati, ma sono riusciti a risalire a dei gruppi anonimi di Facebook, tra cui uno che annoverava 1.300 iscritti, su cui viene effettuata la pubblicazione di questo tipo di video. Proprio uno di quelli diffusi dal 28enne era rapidamente diventato virale tra i ragazzi della provincia piemontese.
La ragazza, prima di essere informata della pubblicazione del filmato, era stata messa in allarme da un amico che le aveva inspiegabilmente detto “bello il video”, dopo di che attraverso una ricostruzione a mente è riuscita a scoprire colui che aveva pubblicato il video. Negli scorsi giorni era stata anche ricattata da due giovani che le avevano chiesto del denaro per rimuovere i contenuti