Oculus Rift potrebbe essere utilizzato per diffondere il cristianesimo

di

La realtà virtuale rappresenta per molte industrie un settore su cui puntare per aumentare i ricavi ed i profitti, e se alcune aziende che operano nel settore pornografico stanno studiando alcuni metodi per integrarlo nei propri servizi c'è anche chi guarda alla purificazione delle anime. Ovviamente le chiese ancora non hanno postazioni da mettere a disposizione dei fedeli, ma diversi leader cristiani stanno già immaginando la tecnologia alle prese con la religione. Diverse comunità si sono già riunite tramite internet per parlare di Oculus Rift. Ad esempio il reverendo Christopher Benek della First Presbyterian Church di Ft. Lauderdale, Florida, è convinto del fatto che la realtà aumentata renderà le chiese più accessibili e popolari.

Personalmente, penso che quando lo sviluppo di una tecnologia come Oculus Rift sarà completo ed accessibile al pubblico, le chiese potrebbero mettere a disposizione dei fedeli un culto virtuale e nuove esperienze di educazione cristiana. Ecco perchè questa potrebbe diventare una grande risorsa per la Chiesa universale, ma anche per gli infermi, coloro che sono costretti a stare a casa, ed i poveri, che potranno partecipare alle celebrazioni.
Le congregazioni ed i pastori potranno visitare e pregare con un maggior numero di fedeli più spesso. Ma anche piccoli gruppi di persone avranno l'opportunità di riunirsi in preghiera con maggiore frequenza. Si tratta di un modo che cambierà la concezione di chiesa e diversi aspetti” afferma il religioso all'Hypergrid Business. 
FONTE: Gizmodo
Quanto è interessante?
0