Opera promette di farvi risparmiare il 50% di batteria rispetto a Chrome

di
INFORMAZIONI SCHEDA
Opera ha lanciato una nuova modalità di risparmio energetico per la versione dedicata agli sviluppatori del suo browser. La nuova funzionalità, secondo quello che dichiara la società permetterebbe di aumentare del 50% l'autonomia di un portatile Windows 10, rispetto a Google Chrome.

Il test è stato effettuato su laptop Lenovo x250 con appunto installato il sistema operativo di casa Microsoft con processore i7 e 16 GB di memoria RAM.
Il risparmio energetico sfrutta alcune modifiche tra cui la riduzione dell'uso della memoria per le schede in background, la pausa dei plug-in utilizzati e varie ottimizzazioni per la riproduzione video.
Il software di prova ha aperto 11 siti web considerati "popolari" (ad esempio YouTube), scrollando ognuno per cinque volte, lasciandoli aperti per un minuto e poi chiudendo la scheda. Il procedimento è stato ripetuto fino a che il portatile non ha consumato tutta la carica di batteria residua.
Come si può ben intuire il test non è definibile come approfondito in quanto le prove non sono state effettuate con altri sistemi operativi. La società ha dichiarato di aver ripetuto il test per tre volte e di aver fatto la media dei tempi di "scarica" del laptop.
Abbiamo visto come Opera stia cercando di migliorare il proprio browser integrando pochi giorni fa l'"Ad-Block" nativo ed il VPN gratuito.