PayPal attacca Apple Pay:"Sicuro come iCloud"

di

Come tutti sanno, Apple ha presentato un nuovo sistema per i pagamenti mobili meglio noto come Apple Pay. A supporto di questa nuova tecnologia ci sono colossi dei pagamenti via carta di credito come Visa e Mastercard, mentre tra i servizi abilitati per l'utilizzo con Pay non c'è PayPal. E quest'ultima, a giudicare dalle pubblicità ostili, potrebbe essere il nuovo nemico di Cupertino in questo settore. A sottolineare l'inizio delle ostilità è il direttore della comunicazione di PayPal Rob Skinner che, in un'intervista rilasciata a TechRadar, ha cominciato a mandare qualche frecciatina alla società di Cupertino “Nessuno può contestare il forte track record di Apple, ma i pagamenti sono un’area difficile. E’ molto più difficile gestire i pagamenti che mantenere in piedi un live streaming”, intendendo i problemi di streaming che hanno colpito gli utenti di tutto il mondo durante il Keynote del 9 settembre. Ma non è finita qui.

PayPal ha anche sviluppato una pubblicità su una pagina del New York Times che va dritta al cuore degli ultimi problemi avvenuti con i servizi di Apple e in particolare con iCloud e la sua sicurezza. Ecco cosa recita l'ad:"“Noi, il popolo vogliamo i nostri soldi più sicuri dei nostri selfies. PayPal protegge l’economia della gente”. 
PayPal attacca Apple Pay:'Sicuro come iCloud'