Per HTC un trimestre da incubo

di

Alla fine di ogni trimestre fiscale, le aziende di tecnologia sciorinano cifre su cifre relative ai propri profitti, da cui il pubblico e gli analisti riescono a capire gli andamenti del mercato e il successo, o meno, dell'azienda in questione. Per HTC, lo scorso trimestre, il terzo dell'anno fiscale, è stato purtroppo un disastro. Le cifre inerenti i profitti infatti, sono calate del 79% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, 133 milioni di dollari, contro 636 milioni di dollari circa dello stesso trimestre del 2011, mancando le previsioni e le speranze degli azionisti. Continua quindi il periodo no dell'azienda taiwanese, che dopo un periodo più o meno positivo vissuto a cavallo del lancio del Nexus One, ha iniziato un'inesorabile discesa caratterizzata dal segno negativo.

Diverso appare il discorso per Samsung, che ha segnato un altro successo in territorio americano, piazzando il suo Galaxy S3 in cima alle preferenze degli utenti di T-Mobile. Addirittura si parla dello smartphone più venduto della storia del grande operatore a stelle e strisce, anche se non ha dovuto vedersela con l'iPhone 4S e, ora, con l'iPhone 5, poichè T-Mobile è l'unico career a non avere il melafonino nel proprio catalogo. 
Per HTC un trimestre da incubo