Per la prima volta è stato osservato lo 'scontro' fra fotoni al CERN

di
I fisici dell'esperimento ATLAS al CERN, uno dei quattro esperimenti dell'acceleratore di particelle LHC, hanno trovato le prime evidenze del fenomeno di scattering tra fotoni, le particelle aventi massa nulla che costituiscono la luce.

Per Scattering si intende il fenomeno di 'scontro', ovvero di interazione tra particelle che cambiano direzione: potete pensare a due biglie che vengono lanciate l'una verso l'altra e nello scontrarsi modificano le proprie direzioni. I fotoni hanno massa nulla e fino ad ora non si era mai assistito ad un fenomeno di scattering fra di loro.

L'osservazione è stata possibile grazie all'altissima energia raggiunta negli scontri tra particelle nell'acceleratore LHC, che danno vita a fenomeni a volte nuovi, altre volte previsti dalle teorie fisiche, come il Bosone di Higgs teorizzato nel Modello Standard.

Per Dan Tovey, il coordinatore dell'esperimento ATLAS, il risultato è una "tappa fondamentale, la prima evidenza della luce che interagisce con sé stessa ad alta energia. Questo fenomeno è impossibile nelle teorie classiche come l'elettromagnetismo". Infatti l'elettromagnetismo non prevede che la luce, e in generale le onde elettromagnetiche, interagiscano fra di loro scontrandosi, ma piuttosto si sovrappongono senza interferire l'una con l'altra a frequenze diverse, oppure creano dei pattern costruttivi e distruttivi se hanno frequenze simili.

La teoria che prevede il fenomeno di scattering fra fotoni è l'elettrodinamica quantistica, ovvero la teoria quantistica dell'elettromagnetismo. Così come nella fisica classica si distinguono la meccanica di Newton e l'elettromagnetismo di Maxwell, nella quantistica esistono la meccanica quantistica e l'elettrodinamica quantistica.

FONTE: cern
Quanto è interessante?
8