Phil Schiller defollowa il CEO di Nest Tony Fadell, Apple rompe con il "padre" dell'iPod

di

Tutto inizia nel 2010: Tony Fadell, da molti definito come colui che ha ideato il primo iPod nel 2001, fonda in un garage di Palo Alto (notate delle similitudini con qualcun altro?) la società Nest Labs e inizia ad occuparsi di termostati dopo che, impegnato nella progettazione della sua abitazione ad alta efficienza energetica, si accorge che i dispositivi esistenti per la gestione dell'energia in casa erano qualcosa di obsoleto e privi di parecchie funzionalità. In quello stesso anno l'ex dipendente Apple (lasciata nel 2008) promise a Steve Jobs che non avrebbe fatto mai parte della concorrenza. Pochi giorni fa la Nest è stata acquistata da Google, il principale competitor di Cupertino. E la Mela non ha gradito questa mossa, forse proprio in virtù di quella promessa fatta da Fadell all'ex CEO nonchè fondatore della compagnia californiana. Naturalmente il dissenso non è stato reso pubblico, ma è possibile capirlo dal profilo Twitter di Phil Schiller, forse la persona più carismatica e "comunicativa" del team dirigenziale di Cupertino.

Il vicepresidente per il product marketing a livello mondaile di Apple ha defollowato (cioè non segue più) il profilo di Tony Fadell e della sua compagnia. Da buon esponente della Mela, non è la prima volta che Schiller decide di adottare una linea dura con Google. Prima del lancio del Galaxy S4 di Samsung, Phil descrisse Android come "un sistema operativo che non è in grado di offrire all'utente un'esperienza piacevole come fa iOS con l'iPhone". Inoltre, dopo che l'applicazione Instagram approdò sul Play Store cancellò il suo account sostenendo che (Instagram) aveva "saltato lo squalo", ossia era iniziato il momento del suo declino. Tuttavia, nonostante la disapprovazione di Apple e di Schiller, i dispositivi Nest sono ancora presenti nell'Online Store e godono anche di uno spazio rilevante nelle varie vetrine digitali. Come dire:"Gli affari sono affari e alla fine ciò che conta è il profitto".