Pianificazione dei prossimi viaggi sulla Luna e su Marte

di
L'obiettivo di colonizzare altri pianeti non solo non è più un'utopia ma è anche ambito da tutte le nazioni industrialmente avanzate della terra. Nel 2030 il Giappone vuole portare un uomo sulla Luna collaborando con altre agenzie spaziali.

La JAXA (Japan Aerospace Exploration Agency) sta pianificando il viaggio di suoi astronauti al di là della Stazione Spaziale Internazionale che orbita attorno alla terra: dal 2000 questa è costantemente abitata da un equipaggio che varia da 2 e 6 persone, il cui obiettivo è portare avanti le ricerche nello spazio per conto delle agenzie NASA (America), RKA (Russia), ESA (Europa), CSA (Canada) e la già citata JAXA.

L'idea del Giappone è partecipare alla missione della NASA del 2025 di costruzione un una nuova stazione spaziale nell'orbita lunare, che servirà come base per le ricerche scientifiche per portare l'uomo su Marte. Questa base che orbita attorno al satellite terrestre servirà come punto di riferimento per poi poter mandare il primo uomo sulla Luna per il Giappone. Il piano dettagliato arriverà il prossimo anno.

Oltre al Giappone, anche Cina ed India hanno cominciato a sviluppare dei piani spaziali ambiziosi: Pechino ha ufficialmente svelato il suo piano per spedire una sonda su Marte che servirà a far atterrare il primo rover cinese entro il 2020.

La NASA, invece, non sta certo perdendo tempo e da tempo pianifica di portare il primo uomo su Marte entro il 2030, con la collaborazione delle agenzie spaziali di tutto il mondo. Donald Trump in persona ha già firmato il progetto per la missione che porterà l'uomo sul pianeta rosso nel 2033.

FONTE: phys.org Quanto è interessante?
8
Segnala Notizia Segnala Errori Vai ai commenti