Pornhub usa il machine learning per classificare I video

di
INFORMAZIONI SCHEDA
L’intelligenza artificiale al servizio del porno. Pornhub, di cui proprio nella giornata di ieri abbiamo a causa dell’attacco di malvertising, starebbe utilizzando il machine learning per classificare e catalogare i video caricati sulla piattaforma d’intrattenimento per adulti.

L’annuncio è stato dato dalla stessa compagnia attraverso un comunicato in cui sottolinea che un software di riconoscimento facciale rileverà i volti di 10.000 pornostar ed i tag dei filmati, per effettuare una catalogazione dei contenuti.

La scansione sarà effettuata in tutti e 5 i milioni di video, e sarà completata entro il prossimo anno, in cui il software sarà in grado di identificare anche le tipologie di filmato e di attrici.

In un comunicato stampa, il VP di Pornhub, Corey Price, ha sottolineato che la compagnia si unisce alle altre società del settore che stanno puntando sull’IA per “accelerare processi ormai divenuti antiquati”. La versione beta del software attualmente ha scansionato circa 50.000 video in un mese, ad un ritmo certamente molto basso, e secondo alcuni calcoli continuando su questa strada ci vorrebbe quasi un decennio per analizzare l’intero catalogo, ma è probabile che vengano apportati dei miglioramenti nel corso dei mesi.

Vogliamo mettere a disposizione dei nostri utenti un servizio preciso e facilmente accessibile, in modo tale che possano tornare” ha affermato Price a VentureBeat.

Tuttavia, in molti si sono già posti il problema della privacy, dal momento che spesso siti come Pornhub vengono utilizzati anche per il revenge porn, ma è anche presente una folta schiera di utenti che caricano volontariamente i propri filmati, per rimanere anonimi.

Pornhub usa il machine learning per classificare I video