Qualcomm: rimosso dall'incarico il dirigente che criticò il chip A7 di Apple

di

Da quando Apple ha introdotto il nuovo chip A7 a 64 bit nei propri dispositivi mobili, iPhone 5s in primis, il "rumore" dei nemici si è fatto sempre più forte. C'è chi ne loda le potenzialità e chi ritiene che si tratti di un "inutile specchietto per le allodole, una trovata di marketing". Tra questi ultimi troviamo Anand Chandrasekher, responsabile marketing di Qualcomm, anzi, ex responsabile marketing, visto che il colosso asiatico lo ha prontamente rimosso dall'incarico affidandolo ad "alcune iniziative relative all'azienda". Qualcomm ha preso questo provvedimento nonostante avesse rettificato le dichiarazioni di Chandrasekher sostenendo che "il processore a 64 bit porta comunque dei benefici sotto alcuni aspetti e che le dichiarazioni del suo capo marketing fossero inaccurate".