Questa pasta del MIT cambia forma con l'acqua (e risparmia un sacco di spazio)

di
Si sa, quando si parla di cibo (e soprattutto di pasta) gli italiani hanno un atteggiamento religioso e la blasfemia è mal accettata. Eppure questa pasta del MIT esce dalla tradizione per un buon motivo: ridurre l'imballaggio consumando meno plastica e spazio. Il meccanismo con cui questo è possibile è tanto semplice quanto ingegnoso (video).

La pasta ideata dal prestigioso centro di ricerca (assieme al relativo pacco) è completamente piatta e forse alla vista pure poco invitante, eppure basta immergerla nell'acqua perché questa, dopo pochi minuti di bollitura, assuma immediatamente una forma ben più invitante.

Il progetto è stato pensato soprattutto per ridurre la quantità di carta e plastica utilizzata dai pacchi tradizionali di pasta che, in questo modo, sono estremamente più performanti. I pacchi attuali occupano infatti parecchio spazio nei container dei camion trasportatori o negli scaffali dei supermercati, una simile trovata ovvierebbe quindi al problema.

Questa pasta ultra-sottile è stata annunciata dal MIT questo mercoledì, ed è stata descritta come un qualcosa di molto simile agli origami. Sebbene la pasta sia piatta, questa può assumere le forme della tradizione una volta buttata nell'acqua bollente. Ma anche forme più interessanti, come quelle dei fiori.

"Abbiamo fatto dei calcoli molto semplici- ha spiegato Weng Wang, ricercatore del MIT- ed è venuto fuori che anche confezionando il prodotto alla perfezione il 67% del volume del pacco è dato dall'aria. Abbiamo pensato che nel futuro del cibo ci fosse spazio per soluzioni più ingegnose".