Questi droni militari sparano raggi laser e possono alternare due tipi di volo

di
Vengono dispiegati "a grappolo", sono di piccole dimensioni, vengono pilotati con visore VR e pare pure che sparino raggi laser. Non stiamo parlando di qualche diavoleria uscita da un film di 007, ma di un concept presentato dall'azienda britannica BAE. La rivoluzione, tuttavia, è la possibilità di passaggio da volo ad ala fissa a quello verticale.

Questo concept di un possibile drone del futuro è stato realizzato da BAE in collaborazione con alcuni studenti della Cranfueld University. Nel video vediamo ritratti quelli che sembrano, in tutto e per tutto, dei droni usciti da un film Sci-fi.

Innanzitutto è interessante vedere il metodo di "dispiegamento", con i droni catapultati fuori da un "alveare" paracadutato sulla superficie. Sono tanti, piccoli, e pensati per un lavoro di squadra. Nel video il militare li pilota con un visore in virtual reality –una soluzione simile a quella già usata nelle competizioni sportive dei droni progettati per le corse– e li vediamo attaccare delle unità anti aree con quelli che sembrano dei laser.

Insomma, questi saranno gli scenari di guerriglia del futuro così come immaginati da BAE. Tuttavia la vera chicca su cui è necessario soffermarci è un'altra, dato che il concept verte proprio su questo: la possibilità di passaggio da un volo ad ala fissa ad uno con atterraggio e decollo verticale. Un volo ibrido che potrebbe rivelarsi estremamente utile per gli eserciti del futuro. Una delle due eliche del drone può fare un giro di 180 gradi per creare un movimento rotatorio, con cui il drone può agilmente cambiare modalità di volo atterrando come se fosse un elicottero. Nel video vediamo, quindi, i droni atterrare verticalmente andandosi ad adagiare, uno alla volta, su una sorta di supporto d'atterraggio ad incastro situato su niente poco di meno che un sottomarino.

Il passaggio da volo ad ala fissa a quello VTOL non dovrebbe essere di facile realizzazione, specie visto le forze esercitate nella direzione orizzontale che dovrebbero venire neutralizzate prima di poter passare al volo in verticale, altrimenti il rischio è che il velivolo perda il controllo. Se BAE riuscirà davvero a congegnare una soluzione del genere, i risvolti potrebbero essere interessanti non solo per gli usi prettamente bellici.

Questi droni militari sparano raggi laser e possono alternare due tipi di volo