Renault: chiuse diverse fabbriche in Francia a seguito dell'attacco hacker

di
Del massiccio attacco WannaCry abbiamo a lungo parlato su queste pagine, in quanto ha interessato oltre 100 paesi, colpendo uffici governativi e grosse aziende. La casa automobilistica Renault, a tal proposito, ha deciso di fermare la produzione in molti stabilimenti nella giornata di sabato.

L’annuncio è stato dato da un portavoce della compagnia, il quale ha confermato la chiusura (ovviamente momentanea) della fabbrica di Sandouville in quanto previsto dal protocollo: “sono state messe in atto tutte le misure proattive per proteggere i nostri stabilimenti, tra cui la sospensione temporanea delle attività industriali in alcuni siti” si legge nella dichiarazione, che però non contiene l’elenco completo dei siti colpiti.
Un portavoce dal Regno Unito ha confermato che i file dello stabilimento di Sunderland di Renault-Nissan hanno risentito dell’attacco, ma a quanto pare non sarebbe stata interrotta la produzione, che però riprenderà a pieno regime dalla giornata di oggi.