RIM potrebbe concedere in licenza a terzi BlackBerry OS 10

di

Il CEO di BlackBerry Thorsten Heins, in un’intervista rilasciata a Waterloo ha dichiarato come la sua compagnia starebbe valutando seriamente la possibilità di concedere in licenza a terzi il proprio nuovo sistema operativo BlackBerry 10. L’obiettivo principale della società inerente questa apertura sarebbe legato principalmente alla possibilità di poter avere nuovi terminali low-cost dotati del sistema operativo di BlackBerry, così da poter incrementare le quote di mercato. Il CEO ha dichiarato come la decisione su se e quando questo potrebbe avvenire, è solo una questione di modello di business e tempistiche; Heins ha affermato di essere intenzionato a voler poter contare in futuro non troppo remoto su di un “portofolio prodotti che possa annoverare in alcuni mercati delle soluzioni di fascia media e in altri addirittura dei device entry-level”.

La concessione del proprio software potrebbe costituire per BlackBerry un'arma a doppio taglio perché, se da una parte la compagnia potrebbe trarne dei benefici allargando il bacino d'utenza, dall'altra la presenza sul mercato di soluzioni commercializzate a prezzi contenuti in grado di offrire i medesimi servizi disponibili sui terminali high-end potrebbe causare una netta diminuzione delle vendite di quest'ultimi. Se BlackBerry dovesse confermare l'ipotesi al vaglio della società, il processo di concessione in licenza di BlackBerry 10 a terzi non dovrebbe cominciare prima della fine di quest'anno: ""Se pensiamo al numero di risoluzioni dei display, al numero di processori  e ai diversi tagli di memoria attualmente disponibili, possiamo stare certi che non arriveremo alla conclusione entro i prossimi sei mesi".