Risultati impressionanti per l'A11 Bionic di Apple: supera anche il MacBook

di
L’iPhone X, iPhone 8 ed iPhone 8 Plus hanno in comune lo stesso processore, l’A11 Bionic a six-core, basato sull’architettura a 64-bit e progettato da Apple proprio per questa generazione di dispositivi. Il chip, a giudicare dai dati diffusi dal gigante di Cupertino, offre degli importanti miglioramenti in termini di prestazioni rispetto all’A10.

I risultati registrati su Geekbench però sono davvero impressionanti.

In 12 test effettuati, il chip A11 ha toccato un punteggio in single core di 4169 ed in multi core 9836. Altri punteggi erano molto più elevati, arrivando anche a 4141 in single core e 10438 in multi core, come mostrato nello screenshot.

Dati che fanno letteralmente impressione, se si conta che l’iPad Pro da 10,5 pollici con processore A10 Fusion ha un punteggio in single core in media di 3887 ed in muti core di 9210. Superato anche il MacBook Pro da 13 pollici del 2017, che si era fermato a 4592 (single core) e 9602 (multi-core), il che suggerisce che l’A11 è nettamente più potente anche di questi ultimi due.

La differenza è scandita ulteriormente se si confronta con i modelli di fascia bassa del 2017 dei MacBook Pro: il computer da 2,3 Ghz ha punteggi di 4321/9183, mentre quella da 3,1 Ghz è a 4227/8955.

Secondo Apple, i vari core del chip A11 sono il 25% più veloci rispetto a quelli dell’A10, mentre sono il 70% più efficienti rispetto al predecessore. Il chip A11, complessivamente, è migliore nei compiti multi-thread grazie ad un controller di seconda generazione che è in grado di sfruttare tutti e sei i core simultaneamente.

John Poole di Geekbench, interpellato da MacRumors, sostiene che questi dati saranno tangibili anche durante l’utilizzo, mentre un analista di IDC la pensa diversamente, sostenendo che i miglioramenti sono “modesti”.

Risultati impressionanti per l'A11 Bionic di Apple: supera anche il MacBook