Ritrovato il relitto della USS Indianapolis: trasportò la prima bomba atomica

di
Paul Allen, il co-fondatore di Microsoft, a 72 anni dal suo affondamento ad opera di un sottomarino giapponese, ha trovato uno dei relitti di guerra più importanti della storia.

Si tratta dell’incrociatore USS Indianapolis che, secondo quanto rivelato, avrebbe trasportato in gran segreto la prima sonda atomica, che il 6 Agosto del 1945 fu sganciata su Hiroshima.

Il relitto è stato ritrovato a 5.500 metri in profondità nel Mare delle Filippine, e l’annuncio è stato dato proprio dal co-fondatore del gigante di Redmond, nonché grande appassionato di relitti.

I tempi del ritrovamento sono singolari, dal momento che di recente la storia dell’Indianapolis è stata raccontata in un film con Nicolas Cage, ma nonostante ciò rappresenta ancora una ferita aperta per la US Navy, in quanto quattro giorni dopo aver scaricato il carico di uranio arricchito e le altre componenti dell’ordigno sull’isola di Tinian, venne affondata da due siluri senza riuscire nemmeno a lanciare l’allarme.

Dell’equipaggio, composto da 1.196 marinai, 900 sopravvissero all’affondamento, andando però incontro agli squali che li divorarono. I dati finali parlano di 316 sopravvissuti, di cui 22 ancora in vita.

Il capitano Charlie B.McWay III andò incontro alla Corte Marziale per non aver zigzagato, rendendo di fatto il vascello visibile e facile bersaglio. Nel 2000 però il Congresso degli USA ha approvato una risoluzione che ha scagionato il comandante.