Rivoluzione Trump: in sala stampa arrivano le postazioni per Skype

di
Rivoluzione nella sala stampa della Casa Bianca. Il nuovo presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, infatti ha annunciato l’aggiunta di alcune postazioni per Skype. Un modo per distendere anche gli animi con la stampa dopo mesi di scontri.

L’annuncio è stato dato dal portavoce ufficiale del numero uno della Casa Bianca, Sean Spicer, il quale durante una conferenza ha annunciato che entro la settimana saranno montate quattro postazioni per Skype.
In questo modo i nostri briefing saranno aperti anche a tutti quei giornalisti che vivono ad oltre 50 miglia lontani da Washington, ma anche a tutte quelle organizzazioni che non dispongono di fondi necessari per gli spostamenti. Ovviamente, ogni organizzazione sarà la benvenuta e potrà chiedere il pass giornaliero. Ma siamo entusiasti di aprire la Sala Stampa ad un gruppo più eterogeneo di giornalisti provenienti da tutto il paese, che non possono recarsi per varie ragioni a Washington. Credo che in questo modo daremo voce ad ancora più persone” ha affermato Spencer il quale però non ha fornito ulteriori dettagli su quali saranno i giornalisti e gli organi di stampa a poter accedere alle postazioni di Skype, tanto meno come funzionerà l’integrazione.
Anche Microsoft, interpellata sulla questione, non ha rilasciato alcun tipo di comunicato a riguardo.

FONTE: The Verge