Samsun Galaxy S8 potrebbe montare uno schermo con tecnologia Y-OCTA

di
Mentre Apple è al lavoro per portare la tecnologia OLED sul prossimo iPhone, Samsung potrebbe integrare sul Galaxy S8 uno schermo Y-OCTA. In realtà non sarebbe proprio una novità, visto che la società aveva già portato la caratteristica su Galaxy Note 7.

Come ben sappiamo però il phablet non esiste più, è stato ritirato dal mercato e gli ultimi terminali rimasti in circolazione sono stati (o stanno per essere) disattivati da remoto.

Ma cos’è la tecnologia Y-OCTA? Solitamente nei normali display curvi bisogna applicare una pellicola di elettrodi per far funzionare il touch capacitivo. Y-OCTA invece integra gli elettrodi direttamente nello schermo in fase di produzione, risparmiando in termini di spessore e costi. Inoltre, grazie a questa caratteristica, Samsung non deve neppure ordinare le pellicole presso produttori terzi, peccato soltanto che questo conti poco nel prezzo finale dei dispositivi.

Y-OCTA sarà quasi certamente integrato sul Galaxy S8 da 5,7 pollici, infatti secondo le ultime indiscrezioni la società potrebbe lanciare una versione più grande da 6,2 pollici, ottimizzando al massimo le cornici e provando a colmare il vuoto del Note 7. Quest’ultimo rumor ci sembra un po’ insolito, in ogni caso bisognerà aspettare il prossimo Mobile World Congress 2017 di Barcellona per vedere cosa l’azienda coreana abbia davvero in serbo. La speranza è che non si faccia prendere dalla fretta e dalla voglia di fare più di quanto possa fare in realtà, altrimenti si rischia un Galaxy Note 7 Atto II.