Samsung al lavoro sull'impatto ambientale dopo la fuga di gas

di

Secondo il Korea Times di ieri, Samsung avrebbe intenzione di assumere 150 esperti per migliorare l'impatto ambientale delle proprie strutture e i controlli di sicurezza. Si tratta della prima volta nella storia che il gruppo ha deciso di reclutare professionisti del settore, e probabilmente tale mossa è stata dettata dall'ammenda imposta al gigante dell'elettronica a seguito della fuga di gas dello scorso mese di gennaio in un capannone che produceva chip, che è quasi costata la vita ad un operaio. "Dopo la recente fuga di gas, Samsung ha analizzato le misure che dovrebbero essere messe in atto per garantire la sicurezza ambientale dei nostri impianti di produzione. Questa assunzione è parte della nostra promessa di cambiare radicalmente il sistema" ha affermato il presidente Rhee In-young nel corso di una conferenza stampa tenuta in Corea del Nord.