Samsung Galaxy S8: prime impressioni a caldo

di
Terminata la presentazione del nuovo Samsung Galaxy S8 e della sua variante Plus, possiamo iniziare a dare una prima impressione a caldo sui nuovi smartphone.

Samsung crede molto nel suo nuovo top di gamma, tanto che il presidente della divisione italiana della corporation coreana, Carlo Barlocco, non ha esitato a citare anche gli errori compiuti con il Note 7 durante il suo intervento. Dagli errori si impara e si migliora del resto, e Samsung sembra averlo fatto davvero bene. Rispetto ai device degli scorsi anni c'è un abisso tecnologico, perché i display installati sulle due varianti dell'S8 sono davvero incredibili, almeno per quanto abbiamo potuto appurare in questo nostro primo, breve contatto. Da amanti degli schermi di grandi dimensioni, non possiamo che constatare come la strada intrapresa dal gruppo coreano sia l'unica percorribile per unire portabilità e capacità multimediali, visto che condensare 5.8" in un device come l'S8 standard è un traguardo tecnologico che solo pochi anni fa sarebbe stato impossibile. Le dimensioni del display non vanno a vantaggio solo dei videogiochi o dei video, ma danno un ottimo contributo anche alla produttività dei nuovi Galaxy, con una più piacevole navigazione internet e una più comoda gestione di documenti e mail. Se a questo aggiungiamo le peculiarità della dock DeX, che trasforma il Galaxy S8 in un piccolo computer, allora otteniamo probabilmente uno dei migliori smartphone per un utilizzo business oggi sul mercato.

Dal processore alla fotocamera, non sembra mancare davvero nulla al nuovo top di gamma Samsung, che integra al suo interno tecnologie come la scansione dell'iride, del tutto nuova nella gamma Galaxy S, dopo il brevissimo approdo sulla sfortunata linea Note, o l'assistente vocale Bixby. A prescindere dalle specifiche tuttavia, la novità più importante per i nuovi S8 ed S8+ è l'arrivo, finalmente, di caratteristiche nuove. Dal Galaxy S6 all'S7 il cambiamento è stato minimo, con la semplice reintroduzione dello slot per la MicroSD e della certificazione IP68. Ora lo schermo, Bixby, il nuovo processore, con un processo produttivo a 10 nm e consumi ridotti di conseguenza, aprono scenari nuovi. Scenari che, in un settore quanto mai povero di reali innovazioni, fanno dell'S8 un potenziale crack, uno smartphone immediatamente riconoscibile che potrebbe davvero fare breccia nel cuore degli utenti. La concorrenza Android, e anche Apple, è avvisata.

Samsung Galaxy S8 Samsung Galaxy S8 Samsung Galaxy S8 Samsung Galaxy S8 Samsung Galaxy S8 Samsung Galaxy S8 Samsung Galaxy S8 Samsung Galaxy S8 Samsung Galaxy S8 Samsung Galaxy S8 Samsung Galaxy S8