Samsung Gear Live e LG G Watch fatti a pezzi

di
INFORMAZIONI SCHEDA

I primi smartwatch Android Wear disponibili sul mercato sono l’LG G Watch e il Samsung Gear Live. Entrambi sono acquistabili dal Play Store di Google e arriveranno nelle case degli utenti italiani a partire dal 3 luglio. Il portale AnandTech ha effettuato il primo teardown di entrami gli orologi, svelando i segreti hardware all’interno dei piccoli chassis. Entrambi dispongono del chip Qualcomm Snapdragon 400 e ciò ha entusiasmato la community visto che si tratta di un processore utilizzato negli smartphone di fascia media, come il Motorola Moto G. Tuttavia l’apparenza inganna. Vediamo perchè.

I due produttori hanno deciso si di utilizzare il Qualcomm Snapdragon 400, ma non pienamente operativo. Al sistema operativo Android Wear evidentemente basta molto meno potenza e così il chip è limitato ad un solo core (e non quattro) e downclockato. I test AnTuTu hanno confermato questa strategia. Seguendo questo link potete vedere le immagini dei due smartwatch fatti a pezzi.

FONTE: PA Quanto è interessante?
0
Segnala Notizia Segnala Errori Vai ai commenti
Samsung Gear Live e LG G Watch fatti a pezzi