Samsung promette: maggiore attenzione all'autonomia della batteria

di

Sugli smartphone di fascia alta oramai è quasi d'obbligo la presenza di un processore dual-core -salvo qualche eccezione- e già si parla di processori quad-core. La potenza è incrementata sempre di più, ma a conti fatti arrivare a fine giornata con uno smartphone tuttofare è quasi impossibile. Si finisce così con lo spendere cifre consistenti per un terminale che non riesce ad accompagnarci per tutta la giornata o quasi. L'autonomia sta quindi diventando un problema per i produttori di smartphone ed escludendo la possibilità di equipaggiarli con batterie incredibilmente grandi, un'altra soluzione passa per l'ottimizzazione dei consumi.

Samsung è consapevole del problema e promette che gli smartphone che rilascerà nel corso del 2012 presenteranno batterie più capienti. Ma spesso ciò non è sufficiente e occorre una accurata ottimizzazione dei consumi riducendo al minimo gli sprechi di energia (ad esempio ottimo il lavoro effettuato da Motorola sul suo RAZR). Ad affermare tutto ciò è stato al CES  Kevin Packingham, vicepresidente della divisione sviluppo prodotti della società sudcoreana. Aspettiamoci quindi in questo 2012 altri grandi prodotti della casa coreana col valore aggiunto  di una maggiore autonomia.