Samsung: sequestrati smartphone e tablet per presunta violazione di brevetto

di
La Guardia di Finanza ha effettuato nella giornata di ieri il sequestro di 21 diversi modelli di terminali Samsung in molti negozi della provincia di Vicenza, a causa di una presunta violazione di alcuni brevetti utilizzati dal colosso coreano ma in realtà di proprietà dell'azienda italiana Edico.

I brevetti in questione riguarderebbero l'interfaccia legata all'avviso del volume troppo elevato, tecnologia brevettata da Edico S.R.L. nel 2002. Samsung Italia è al corrente della situazione ed ha diffuso un comunicato stampa, che riportiamo di seguito:

"Samsung è a conoscenza del fatto che nella giornata odierna sono stati effettuati sequestri di smartphone e tablet del proprio brand presso alcuni punti vendita della provincia di Vicenza e che tali sequestri sono stati eseguiti su iniziativa di Edico s.r.l. (società che non svolge alcuna attività produttiva o distributiva nel settore) sulla base di una asserita violazione di un suo brevetto. Samsung comunica che si rivolgerà alle competenti autorità civili e penali per ottenere la revoca immediata di questi provvedimenti e il ristoro dei danni patrimoniali e di immagine. Samsung precisa altresì che non esiste alcun provvedimento civile o penale che vieti la commercializzazione dei prodotti Samsung né alcun provvedimento di sequestro generalizzato. Pertanto smartphone e tablet Samsung possono essere legittimamente commercializzati."

Vi terremo aggiornati sull'evolversi della situazione, cosa ne pensate di questa vicenda?