Sarà Innolux a sviluppare il touchscreen dell’iPhone 6?

di

Il nuovo modello di melafonino che dovrebbe arrivare nel corso di questo 2013 sta iniziando a far parlare di se, con indiscrezioni e voci di corridoio che quasi quotidianamente occupano le pagine delle testate tecnologiche; l’ultima novità, in termini temporali, è stata riportata da China Times, secondo cui la sesta generazione di iPhone proverà a migliorare ulteriormente il touchscreen affidandosi alla tecnologia Innolux tramite la Chimei. La soluzione attualmente adottata da Apple per i suoi dispositivi, resta la più apprezzata nonché la migliore sul mercato, basandosi sul sistema in-cell, che ha però causato sull’iPhone 5 alcuni problemi di interferenza: display e sensore touch vengono uniti in un’unica realtà, e proprio tale integrazione causava qualche difficoltà nella gestione del telefono.

Se le voci venissero confermate, la società guidata da Tim Cook abbandonerebbe quindi l'in-cell, affidandosi alla tecnologia di Chimei. Innolux al momento risulta essere il più grande produttore di LCD di Taiwan, e avrebbe già inviato al quartier generale di Cupertino, dei pannelli da testare, provando così ad avvalorare la società della mela morsicata ad avvalorare la bontà del prodotto, in attesa di una replica da parte di Apple. Se quest'ultima decidesse di adottare questo nuovo tipo di schermo, si potrebbe arrivare ad un prodotto maggiormente sottile, diminuendo così ulteriormente la grandezza dello smartphone.