Scoperto un nuovo malware: 100.000 security camera sono a rischio

di
Siamo nel pieno dell'era della così detta Internet of Things, TV, decoder, per arrivare ai frigoriferi e ai tostapane, tutto ormai è connesso ad internet. E gli hacker ci vanno a nozze: è appena stato scoperto un nuovo malware chiamato Persirai, ha già infettato oltre 100.000 telecamere di sicurezza sfruttando una falla molto diffusa.

Il bug sfruttato da Persirai affligge almeno 1250 diversi modelli di security camera di una casa di produzione cinese. A scoprirlo, un ricercatore specializzato in sicurezza informatica del team Oihoo. Secondo lo studio di ricerca, circa 120.000 telecamere sarebbero vulnerabili e, una volta infette, vanno a nutrire la folta schiera di device già assoggettati, usati dagli hacker per lanciare attacchi informatici. La botnet così creata viene usata per lanciare potenti attacchi DDoS in grado di abbattere un sito saturandone il traffico internet.

Una volta che il malware infetta una telecamera questo impedisce ad altri di sfruttare la stessa vulnerabilità, blindando il device.

Secondo lo studio di ricerca sarebbero ben 43.621 i device già infetti. A quanto pare il malware ha molti parti del codice in comune con Mirai, un altro malware ben noto per aver infettato diversi device come decoder e televisioni.

Per fortuna le debolezze della IoT non vengono sfruttate solo dai malintenzionati, qualche giorno fa vi avevamo raccontato di un vigilante che infetta gli smart device connessi ad internet per rimuoverne le vulnerabilità.