Secondary Ticketing: esposto in procura per i biglietti dei Rolling Stones

di
E’ ormai guerra aperta tra Codacons e D’Alessandro e Galli, gli organizzatori del concerto che i Rolling Stones terranno il prossimo mese di Settembre al Lucca Summer Festival. L’associazione a difesa dei consumatori ha infatti annunciato di aver presentato un esposto alle procure di Milano e Lucca per la vendita dei biglietti.

Non sorprende tanto il sovraccarico del sito Ticket One al momento dell'apertura delle prevendite - si legge nel comunicato dell'associazione che tutela i consumatori - Quel che sorprende è che alcune agenzie siano riuscite ad accaparrarsi migliaia di biglietti mentre il pubblico poco o nulla. Sui siti di altri rivenditori il prezzo sale vertiginosamente superando i 300 e 400 euro. L'esposto viene fatto - conclude l'associazione - affinché vengano appurate eventuali ipotesi di reato e vengano duramente sanzionati tali soprusi”.
Non ci stanno gli organizzatori, che attraverso Mimmo D’Alessandro hanno rivelato di voler rispondere colpo su colpo alle dure accuse, anche per poter difendere l’immagine dell’evento: “sono io indignato per questo attacco, è una vergogna - ha dichiarato il patron del Summer Festival - Abbiamo messo in atto un controllo certosino, come mai avvenuto, per evitare che i biglietti andassero in mano ai bagarini. Addirittura abbiamo riservato una parte dei biglietti al box office per andare incontro ai lucchesi e non affidare tutta la vendita all’online. Nessun biglietto è stato fornito direttamente da D'Alessandro e Galli ad alcun soggetto coinvolto nella pratica di secondary ticketing e saremo ben lieti, se convocati, di recarci presso la Procura della Repubblica per dare tutte le spiegazioni e dimostrare l'assoluta trasparenza e regolarità della vendita”.