Secondary ticketing: l’AD di Live Nation sarà interrogato dalla Finanza

di
La procura di Milano, dopo quella avviata dal procuratore Adriano Scudieri, ha annunciato l’apertura di una seconda inchiesta per fare chiarezza sul caso secondary ticketing, a cui si è aggiunta una nuova, bruttissima, pagina dopo il servizio mandato in onda dalle Iene, che ha confermato il coinvolgimento di Live Nation.

La Stampa, infatti, riferisce che l’amministratore delegato del promoter italiano, Roberto De Luca, che non ha saputo giustificare le fatture emesse a Viagogo, sarà ascoltato dalla Guardia Di Finanza come persona informata sui fatti.
Inoltre, sempre le fiamme gialle hanno acquisito tutti i dati dei siti usati da Barley Arts, il cui amministratore delegato Claudio Trotta ha presentato denuncia quasi un anno fa, per la distribuzione dei biglietti per la tappa milanese di Bruce Springsteen. In questo modo la Guardia di Finanza è riuscita a rintracciare tutte le identità di coloro che hanno acquistato i biglietti, con tanto di dati bancari. La divisione crimini informatici dovrà accertare se sono presenti anomalie con il flusso d’acquisto e l’eventuale presenza di sistemi automatici (ticketbot) per l’acquisto dei ticket per accedere all’evento.