Secondary Ticketing: PwC veglierà sulla vendita dei biglietti degli U2

di
Nella giornata di ieri, gli U2 hanno annunciato l’unica tappa italiana del Joshua Tree Tour, che celebrerà il 30esimo anniversario dal rilascio dell’iconico album della band di Dublino. Subito dopo l’annuncio, è partito sul web il classico tran tran di proteste ed avvertimenti da parte dei fan agli organizzatori, Live Nation, e Ticketone.

Inutile dire che quanto accaduto negli ultimi mesi ha lasciato degli strascichi importanti sulla vendita online dei biglietti, e come affermato più volte dai promoter degli eventi, la credibilità del settore è ai minimi storici, soprattutto dopo le accuse mosse da Le Iene e di cui vi abbiamo a lungo parlato su queste pagine.
Live Nation, che organizza l’evento del prossimo 15 Luglio allo Stadio Olimpico di Roma, nell’annunciare attraverso Facebook le varie tranche di vendita, ha affermato che “con l'obiettivo di garantire la massima trasparenza nel regolare svolgimento delle operazioni secondo le modalità indicate e secondo quanto previsto da termini e condizioni di acquisto, TicketOne ha coinvolto - per la prima volta nella storia del settore – PwC (PricewaterhouseCoopers S.p.A) primaria società di consulenza ed auditing al fine di verificare l'applicazione dei processi distributivi ed i dati delle vendite”.
PwC è un network internazionale conosciuto in oltre 158 paesi, che nel caso in questione farà da garante per le operazioni di acquisto. Ricordiamo che ogni acquirente potrà acquistare un massimo di 4 biglietti durante la fase di prevendita riservata agli iscritti al fan club e un massimo di 6 biglietti in occasione della vendita generale.
La vendita sarà gestita ovviamente da Ticketone.