Secondo Kim Dotcom Megaupload fu chiuso in quanto sosteneva Wikileaks

di
INFORMAZIONI SCHEDA

Kim Dotcom torna alla ribalta sul caso Megaupload, a quasi due anni dalla chiusura del servizio. Secondo il fondatore il motivo per cui le autorità chiusero Megaupload ed arrestarono l'amministratore delegato ed alcuni dirigenti della società con l'accusa di riciclaggio è da ricercare nel fatto che lo stesso Dotcom aveva sostenuto in maniera massiccia il progetto di Julian Assange, Wikileaks, tramite delle donazioni in denaro che ammontavano a 20.000 Dollari. La rivelazione è arrivata tramite un estratto del libro "La Vita Segreta di Kim Dotcom - Spie, bugie e la guerra per Internet" pubblicato da TorrentFreak, in cui DotCom ha rivelato che la sua società ha donato dei soldi a Wikileaks dopo il rilascio del video "Collateral Murder", datato 2010.