Secondo una nuova analisi vicino all'equatore di Marte potrebbe esserci ghiaccio

di
Alcuni scienziati hanno analizzato nuovamente vecchi dati proveniente da una missione su Marte del Mars Odissey, scoprendo segni di idratazione vicino all'equatore del pianeta, ovvero indizi che possono portare alla presenza di ghiaccio in una zona dove non dovrebbe essercene.

Jack Wilson ha guidato un team del laboratorio di fisica applicata della Johns Hopkins University, rielaborando i dati raccolti dal Mars Odissey dal 2002 al 2009 tramite uno spettrometro a neutroni e scoprendo un'inaspettata alta quantità di idrogeno che potrebbe essere il segno della presenza di ghiaccio d'acqua sepolto.

Lo studio è interessante perché sarebbe possibile inviare degli astronauti vicino all'equatore se si scoprisse che effettivamente c'è del ghiaccio, sfruttabile per ottenere riserve d'acqua fondamentali per la sopravvivenza degli astronauti durante l'esplorazione del pianeta rosso.

Ai vecchi dati sono state applicate tecniche di rimozione del rumore (ovvero di elementi di disturbo rispetto a quello che si vuole osservare) come quelle usate nella ricostruzione delle immagini in ambito medico. Il risultato è una risoluzione spaziale del terreno analizzato migliore rispetto al vecchio studio, passando da 590 chilometri a 290 chilometri, come se fosse stato effettuato uno zoom sul terreno dimezzando la distanza del Mars Odissey dalla superficie marziana.

Non è chiaro come è possibile che del ghiaccio d'acqua possa conservarsi in quella zona, che non potrebbe sopravvivere in quello stato a nessuna profondità secondo lo studio di Jack Wilson.

FONTE: nasa
Quanto è interessante?
8
Secondo una nuova analisi vicino all'equatore di Marte potrebbe esserci ghiaccio