Sempre più touch nei display dei notebook, a discapito dei prezzi

di

I sistemi notebook dotati di display touch stanno facendo registrare un notevole aumento per quanto concerne la loro diffusione ma, continuando in questa direzione, il mercato potrebbe andare incontro a problemi relativi alla disponibilità per i produttori di sistemi. La tendenza d’utilizzo di pannelli dotati di tecnologia touch anche in notebook destinati al segmento entry-level del mercato avrebbe come effetto, quelli di mettere in seria difficoltà la catena produttiva, portando delle implicazioni anche sul prezzo; il sempre informato Digitimes segnala come per i produttori di sistemi Ultrabook che implementano la tecnologia touch, quest’ultima possa incidere per circa 70-80 dollari sul costo complessivo del prodotto, rendendo così molto più difficile la progressiva riduzione nei listini delle soluzioni Ultrabook che Intel cerca ormai da tempo di sposare.

Il debutto della terza generazione di Ultrabook è attesa per la metà dell'anno, in concomitanza con l'arrivo delle piattaforme Intel Core di nuova generazione, su architettura Haswell, il che richiederà in maniera specifica la presenza di uno schermo touch. Sono in molti ad augurarsi una diminuzione del prezzo minimo d'acquisto per le soluzioni Ultrabook, così da ottenere una maggiore diffusione di questa tecnologia di sistemi sul mercato. Nonostante nel corso degli ultimi mesi il numero di Notebook e Ultrabook dotati di touch abbia fatto registrare un aumento, sembra ancora molto difficile prevederne una diffusione capillare nel breve periodo.