SERVAL Project: telecomunicazioni al sicuro anche in caso di disastri naturali

di

Tramite un interessante post di IntoMobile apprendiamo che il ricercatore universitario Dr Paul Gardner-Stephen ha studiato e collaudato un nuovo sistema mobile che migliora le telecomunicazioni durante i disastri naturali. Un esempio recentissimo potrebbe essere le inondazioni bibliche che hanno messo in ginocchio la regione australiana del Queensland. Senza andare troppo lontano possiamo pensare anche al terremoto che ha devastato L'Aquila.

Il progetto, che si chiama SERVAL Project, è stato creato per sganciare i telefoni cellulari dal classico funzionamento e permettere la comunicazione tra un telefono e l'altro anche senza la presenza di una torre cellulare nelle immediate vicinanze. In caso l'utente riesca in seguito a riavvicinarsi ad una zona con le torri verrà riconnesso automaticamente alle reti tradizionali. Si tratta di una tecnologia che potrebbe aiutare moltissimo i soccorsi nelle zone spesso colpite da disastri naturali e da guerriglie, ma potrebbe anche migliorare la vita di coloro i quali abitino in zone estremamente remote e rurali dove il segnale è molto limitato. Il Dr Gardner-Stephen ha già dimostrato il corretto funzionamento del sistema nel Sud dell'Australia.FONTE: IntoMobile