Sky e Mediaset piratati: la Finanza sequestra nove siti web

di
Altro raid della Guardia di Finanza contro i portali che offrono la visione di Sky e Mediaset illegalmente. Secondo quanto riportato dall’ANSA, il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Cagliari questa mattina avrebbe chiuso la seconda parte dell’indagine “Pirate on Demand” iniziata a Marzo.

Le Fiamme Gialle hanno disposto il sequestro di nove siti web, i cui dati venivano scambiati attraverso 89 server che, nel giro di pochi messi, hanno generato un traffico per 180 mila gigabyte tra film, eventi sportivi ed in generale prodotti televisivi.
Il tutto è stato reso possibile dal pubblico ministero Giangiacomo Pilia, che ha condotto le indagini. Indagate ci sono due persone, che gestivano le attività: un residente nella provincia di Varese, che secondo gli investigatori sarebbe l’amministratore commerciale della piattaforma, ed un uomo di Macerata, indagato per concorso con l’amministratore commerciale in quanto gestiva tecnicamente i flussi di dati per la fruizione dei contenuti illegali.
Le perquisizioni hanno portato al sequestro di computer, decoder, tessere Sky, Tvbox, PostePay utilizzate per ottenere i pagamenti dagli utenti, smartphone, router, tv encoder ed una tv kplus.
Tra i tanti di capi di imputazione figura anche la violazione delle leggi sul diritto d’autore, frode informatica e contraffazione.