Skype: attacco hacker dalla Siria, compromesso l'account Twitter

di

Il 2014 di Skype comincia subito con un grave problema di sicurezza. Secondo quanto riportato oggi dai principali organi d'informazione, infatti, l'esercito elettronico siriano sarebbe entrato nell'account Twitter ufficiale del sistema di VoIP di Microsoft per inviare un messaggio che ha subito fatto il giro del mondo tramite i classici retweet: "non utilizzate email Microsoft (Hotmail, Outlook). Microsoft monitora i vostri account e vende le informazioni ai governi" si leggeva nel cinguettio che, ovviamente, è stato rimosso dal colosso di Redmond dopo circa due ore. Gli hacker siriani però sono anche riusciti ad entrare nella pagina Facebook di Skype e nel blog ufficiale, che viene di solito utilizzato dai gestori per informare gli utenti sulle nuove versioni del software e sulle promozioni. Un portavoce di Skype, poco dopo ha rilasciato questa dichiarazione: "siamo venuti a conoscenza di un attacco informatico mirato che compromesso i media sociali di Skype, ma le credenziali sono state rapidamente resettate ed i pirati informatici non hanno toccato le informazioni personali degli utenti".

Skype: attacco hacker dalla Siria, compromesso l'account Twitter