Sony metterà da parte gli smartphone se non genereranno profitti a breve

di

Il range di smartphone della nota azienda giapponese è attualmente molto vasto e piuttosto apprezzato. Un dispositivo della gamma Xperia è posseduto da un buon numero di utenti, ma non possiamo di certo dire che essa è stata renumerativa per Sony - ma anzi, le ha causato delle perdite. Il CEO di Sony ha quindi deciso di concedere un ultimatum.

Il 2016 dovrà essere l'anno della svolta per gli smartphone Sony, così come Kazuo Hiro ha fatto notare:

"Continueremo a perseguire il business (degli smartphone, ndr) finché lo scenario del prossimo anno ci permetterà di essere in carreggiata. Altrimenti, non abbiamo eliminato le possibilità di considerare altre opzioni."

Sony è sempre stata in lotta anche in terra madre, colpa della concorrenza agguerrita di Huawei e Xiaomi, che hanno ottenuto ancora più quote negli ultimi anni. E' da notare però che Sony, da qualche anno, ha attuato numerosi cambiamenti all'interno dell'azienda stessa, al fine di tenere basse le spese e ribaltare la propria situazione finanziaria. Ciò ha giovato in altri settori, ma evidentemente non a quello degli Xperia.

In Giappone, Sony possiede il 17,5% del market share, mentre negli Stati Uniti esso è addirittura meno dell'1%. Nel prossimo anno dovremmo però assistere ad un cambio passo, soprattutto se l'azienda riuscirà a tenere bassi i prezzi finali. Quindi, non ci resta che attendere qualche mese e vedere come andrà a finire la situazione, sperando che Sony riesca a tenere il passo dei concorrenti.