SpaceX si aggiudica un contratto dalla NASA per il lancio di un satellite

di
SpaceX, la società di Elon Musk, si è aggiudicata un altro contratto da parte della NASA, che prevede il lancio di un satellite nel giro di cinque anni. Il satellite in questione sarà battezzato Surface Water and Ocean Topography, o semplicemente SWOT, ed è progettato per eseguire la scansione degli oceani.

L’obiettivo sarà quello di fornire per, per la prima volta in assoluto, una vista globale di tutte le acque presenti sulla superficie terrestre. Per il lancio SpaceX si avvarrà di uno dei Falcon 9, gli ormai famosi razzi che ha testato negli ultimi tempi. Il lancio, in base ai termini del contratto, dovrà avvenire entro Aprile 2021 dalla Vandenberg Air Force Base in California.
Si tratta, per entrambe le parti, di una missione critica e fondamentale per il futuro della scienza. Il presidente di SpaceX, Gwynne Shotwell, in un breve comunicato diffuso ha affermato che “siamo entusiasti di portare questo carico di scienza in orbita per la NASA, la nostra nazione e la comunità internazionale. Apprezziamo la collaborazione e la fiducia che ha la NASA in SpaceX”.
Il costo per il lancio dei SWOT dovrebbe aggirarsi intorno ai 112 milioni di Dollari, ben superiore a quello del satellite Jason 3 (valutato 82 milioni di Dollari) e del TESS (87 milioni di Dollari).
Nonostante le critiche, un portavoce della NASA ha affermato che il costo complessivo è stato calcolato “considerando la concorrenza e le informazioni sensibili di approvvigionamento”.

FONTE: The Verge