Spotify: presto alcuni album saranno ascoltabili sono con abbonamenti Premium

di
Spotify potrebbe presto apportare un’importante modifica alla politica interna. Secondo quanto riportato da The Verge, presto alcuni album presenti sulla piattaforma di streaming musicale saranno accessibili solo da coloro che sono in possesso di un abbonamento Premium.

La compagnia nordeuropea starebbe in fase di discussione con le etichette discografiche, e potrebbe essere formalizzato ne corso dei prossimi mesi. Nel nuovo contratto che avrebbe proposto la società, i legali avrebbero eliminato la clausola che permetteva a Spotify di rendere disponibili tutti gli album anche agli utenti Free.
Questa decisione dovrebbe portare ad uno sconto sul costo dei diritti, ma secondo molti si tratta anche di una strategia che mira ad aumentare le entrate in vista di una possibile offerta pubblica iniziale che porterà alla quotazione in borsa di Spotify.
La società, infatti, all’inizio del mese ha annunciato di avere 50 milioni di abbonati paganti, a cui bisogna aggiungere altri 50 milioni di utenti free che utilizzano il servizio almeno una volta al mese. Si tratta di numeri doppi rispetto al principale concorrente, Apple Music, che si è fermato a 20 milioni di abbonati, e proprio ciò starebbe spingendo Spotify a prendere questa decisione, per massimizzare ulteriormente questo vantaggio acquisito.
Inoltre, nel corso degli ultimi anni Spotify ha dovuto fare fronte alle non poche polemiche degli artisti, che hanno lamentato la funzione Free, che secondo alcuni svenderebbe di fatto le loro creazioni ad utenti che non pagano nemmeno.
Chiaramente, la nuova funzione su cui stanno lavorando gli ingegneri non renderà Spotify simile ad Apple Music, in quanto il comparto freemium è comunque destinato a restare.

FONTE: The Verge
Iscriviti alla pagina Facebook di Everyeye Tech