Stephen Hawking: la Terra diventerà come Venere per colpa del riscaldamento

di
Stephen Hawking torna a parlare del riscaldamento globale e dello stato di salute della Terra. L’astrofisico, in occasione di una recente intervista, ha affermato che la Terra è vicina ad un punto di non ritorno, dal momento che il riscaldamento globale sta raggiungendo livelli mai toccati.

Il grande scienziato si è scagliato contro Donald Trump, la cui decisione di portare gli USA fuori dagli accordi di Parigi, “potrebbe far diventare la Terra simile a Venere, con temperatura oltre i 250 gradi e pioggia di acido solforico. Il cambiamento rappresenta uno dei più grandi pericoli per la Terra, e se vogliamo affrontarlo è arrivato il tempo di sollevarci le maniche”.

La Terra ha i giorni contati per colpa del comportamento degli unici. L'unica speranza di sopravvivenza per l’essere umano è rappresentata dalla costruzione di colonie indipendenti nello Spazio” ha concluso l’astrofisico.

La scelta di paragonare la Terra a Venere non è certo casuale, dal momento che è il pianeta più caldo del sistema solare ed è una sorta di laboratorio.