Steve Ballmer ribadisce l'impegno di Microsoft sull'hardware

di

A giugno, con una mossa a sorpresa, Microsoft annunciò un tablet di produzione propria, il Surface, e fece capire a tutti, partner compresi, che da quel momento in poi il settore hardware sarebbe stato arricchito della propria presenza. Dopo pochi mesi, Steve Ballmer, attuale CEO dell'azienda di Redmond, nell'annuale lettera agli investitori, ha dichiarato ancor più fermamente che uno dei nuovi focus principali di Microsoft sarà sull'hardware, senza tralasciare altresì, l'impegno sul lato software, con gli oltre 640 mila partner a livello internazionale:"Ci saranno momenti in cui produrremo dispositivi specifici per scopi specifici, come abbiamo scelto di fare con Xbox e il recentemente annunciato Microsoft Surface” ha dichiarato Ballmer, proseguendo: “In tutto il nostro lavoro con i partner e con i nostri dispositivi stessi, ci si concentrerà sulla realizzazione di esperienze continue su hardware, software e servizi”.

Il CEO Microsoft continua sottolineando l'importanza del nascente ecosistema della propria azienda, che potrà svilupparsi su basi solide, formate da un'ampia gamma di dispositivi, come smartphone (in cui l'azienda è impegnata, per ora, solo sul versante software), PC e tablet, tutti indirizzati verso un unico percorso che inizierà con il rilascio di Windows 8:"Si tratta di un cambiamento significativo che avrà un impatto nel modo di gestire la società, il modo in cui sviluppare nuove esperienze, e come considerare i prodotti sul mercato sia per i consumatori che per le imprese". Per quanto riguarda le recenti voci sulla produzione di uno smartphone in stile Surface, è chiaro che Ballmer lascia intendere che il futuro potrebbe prevedere questa possibilità, poichè uno smartphone sarebbe l'ideale compimento di quell'ecosistema Microsoft che, allo stato attuale sembra mancante di uno smartphone prodotto interamente in proprio.