Steve Jobs voleva reinventare la fotografia su iPhone

di

In un'intervista rilasciata dopo il rilascio della sua biografia ufficiale su Steve Jobs, lo scrittore Walter Isaacson ha dichiarato che il fondatore di Apple aveva intenzione di rivoluzionare, oltre a libri di testo e televisione, anche la fotografia. Molti sostengono che le attuali capacità fotografiche dell'iPhone 4s(scatti quasi istantenei, fotografie in HDR, riconoscimento facciale, modifica di immagini sul device e registrazione di video a 1080p), sono quanto di meglio possa consentire il sensore da 8 Mp di Sony con cui è equipaggiato il dispositivo, mentre la mente visionaria di Steve Jobs aveva pensato già oltre. Secono quanto affermato dal testo di prossima uscita di Adam Lashinsky, "Inside Apple", nei suoi ultimi mesi di vita, l'ex CEO di Cupertino avrebbe incontrato Reg Ng, un informatico con dottorato di ricerca presso l’università di Stanford e CEO dell’azienda fotografica “Lytro“. Dall'incontro in cui a Jobs venne mostrato il lavoro il lavoro innovativo di Lytro nella fotografia, sarebbe nata un'idea di collaborazione tra le società per inserire elementi tecnologici rivoluzionari nelle fotocamere dei dispositivi Apple.

L'innovazione introdotta da Lytro sarebbe quella di poter scattare un'istantanea catturando un intero campo di luce (tramite l'ausilio di  un sensore che interpreta intensità dei colori e direzione vettoriale dei raggi luminosi) e grazie a specifici algoritmi, cambiare punto di messa a fuoco della fotografia in fase di post-produzione.  Le immagini diventano così,  interattive e più coinvolgenti.