Stuxnet: il virus è stato concepito da Israele e Stati Uniti

di

Dopo 18 mesi di interviste e indagini, il quotidiano New York Times è venuto a capo della storia, traendo una conclusione: il virus Stuxnet, che ha messo fuori uso le centrali atomiche iraniane per poi contaminare migliai di pc in tutto il mondo, è stato il frutto della collaborazione di Tel Aviv e Washington. L’NSA e l’Unità 8200 dell’intelligence israeliana hanno creato il virus con lo scopo di disabilitare elementi chiave dei sistemi di purificazione dell’uranio, ovviamente senza lasciare traccia alcuna. I test preventivi del codice sarebbero stati condotti nella centrale di Natanz in Tennessee, sfruttando una piattaforma software prelevata in Libia. Il potenziamento del virus si è poi spinto oltre ogni immaginazione e l’effetto collaterale è stata una propagazione mondiale, che ha infettato anche i pc di ignari utenti.