Svolta privacy su iOS: Apple inizia a rifiutare app che usano cookie per il tracking degli utenti

di

L’App Review Team, ovvero il gruppo di Apple che si occupa della valutazione delle applicazioni proposte dagli sviluppatori prima di pubblicarle nell’App Store sta iniziando a rifiutare le app che utilizzano la tecnologia “cookie tracking”. La società di Cupertino era sempre stata favorevole, prima d’ora, sull’utilizzo da parte degli sviluppatori, di metodologie per il monitoraggio degli utenti iOS tramite le app scaricate dal proprio store, ma dopo i numerosi problemi sulla privacy sollevati nel 2011 circa l’identificazione del dispositivo tramite l’UDID, la società di Cupertino non aveva ancora preso alcuna decisione. Apple ha successivamente introdotto un proprio identificativo pubblicitario con la finalità di monitorare i dispositivi iOS, per cercare di eliminare l’identificativo UDID, ma a quanto pare esisterebbero ancora applicazioni che lo utilizzino.

Stando da quanto affermato da TechCrunch, l'azienda guidata da Tim Cook starebbe incominciando a respingere molte applicazioni web che utilizzano i cookie per effettuare il tracking delle attività degli utenti in iOS. La mossa di Cupertino, più che una vera e propria salvaguardia della privacy, sembrerebbe essere stata studiata a tavolino per spingere maggiormente l'Advertising Identifier di Apple. Ecco quanto dichiarato da TechCrunch: "Abbiamo sentito da diverse fonti del settore che gli sviluppatori di applicazioni mobili che utilizzano una tecnologia chiamata "tracking cookie" (a volte chiamata "Safari flip-flop" o "HTML5 first party cookies") cominciano a vedere le loro applicazioni rifiutate dal team di App Review di Apple. In attesa di comunicazioni ufficiali da parte della società della mela morsicata, lasciamo a voi utenti la libera interpretazione di questa mossa da parte di Apple.