Telegram: i nostri sviluppatori avvicinati dal governo USA per corromperli

di
INFORMAZIONI SCHEDA
Incredibile quanto affermato dall’amministratore delegato e CEO di Telegram, Pavel Durov, attraverso il proprio account ufficiale Twitter. Secondo quanto riferito dal dirigente, il governo degli Stati Uniti avrebbe avvicinato gli sviluppatori della piattaforma di Instant Messaging per corromperli.

Ma non è tutto, perchè Durov, qualche minuto dopo, ha precisato che anche l’FBI avrebbe effettuato su di lui delle pressioni, probabilmente per spingerlo a creare il tanto richiesto backdoor.
Durov ha affermato che durante un recente viaggio tenuto negli USA, gli sviluppatori sono stati avvicinati due volte, e l'FBI ha effettuato delle pressioni importanti su di lui.
Almeno al momento, l’agenzia americana non ha fornito alcun tipo di risposta, probabilmente perchè impegnata con il caso come ed il Russiagate, ma non è da escludere un comunicato, in quanto da sempre l’FBI è da sempre sensibile ad accuse del genere e si è difesa colpo su colpo.