Telemarketing aggressivo: vietato contattare gli ex clienti a TIM

di
INFORMAZIONI SCHEDA
Il Tribunale di Milano si è pronunciato a favore del Garante per la Privacy in merito alla causa riguardante il telemarketing aggressivo intentato da TIM, che aveva contatto due milioni di clienti senza che questi avessero espresso il consenso ad essere chiamati dall’operatore dopo aver fatto la disdetta.

Per TIM la sentenza rappresenta il duro colpo in tribunale, dal momento che già in precedenza un altro giudice si era espresso a favore del Garante giudicando illecita la pratica messa in atto dall’operatore telefonico.
Il Garante, da parte sua, ha posto l’accento sul rispetto della privacy nei confronti degli utenti, che secondo gli avvocati rappresenta una parte imprescindibile e fondamentale della legge. Il magistrato ha decretato che TIM deve rispettare la volontà del cliente di non essere più richiamato dopo aver fatto disdetta, nemmeno se le telefonate vengono effettuate per le future campagne promozionali.
Non è chiaro se TIM abbia deciso di presentare nuovamente ricorso o no.