Tim Cook su Charlottesville: "Non possiamo permettere che l'odio si diffonda"

di
Vi pubblichiamo alcuni estratti dell'email in cui Tim CookCEO di Apple, ha condannato i fatti di Charlottesville, dove una donna ha persona la vita protestando contro una manifestazione dell'estrema destra americana. Cook ha anche criticato il Presidente Donald Trump, che ha equiparato neo-nazisti e manifestanti di sinistra.

Ecco la lunga email inviata dal CEO di Apple a tutti i dipendenti della compagnia nel mondo:

"L'uguaglianza, proprio come per la maggior parte di voi, è al centro dei miei valori e delle mie idee. Gli eventi avvenuti negli scorsi giorni mi hanno profondamente turbato ed ho sentito che molte persone, dentro Apple, si sono sentite tristi, scandalizzate e confuse.

Ciò che è successo a Charlottesville non ha precedenti nella storia della nostra nazione. L'odio è un cancro e, se lasciato agire, distrugge tutto ciò che è sulla sua strada. (...) Non possiamo permettere che tale odio e tali pregiudizi prendano piede nel nostro Paese, su questo non ci possono essere ambiguità. Non si tratta di destra o sinistra, conservatori o liberal. Si tratta di decenza umana e morale. Non sono d'accordo con il presidente ed altri ancora che sono convinti che, dal punto di vista della morale, suprematisti e nazisti siano equiparabili a chi si oppone a loro in difesa dei diritti umani.

Credo che Apple abbia dato un buon esempio in più occasioni, e continueremo a farlo. Abbiamo sempre dimostrato (...) che Apple è inclusiva e accoglie tutti. Diamo la possibilità alle persone di esprimere se stessi e condividere le proprie opinioni attraverso ai nostri prodotti...".

Ricordiamo che Trump, nel commentare i fatti di Charlottesville, ha deciso di condannare tanto la violenza degli estremisti di destra, che quella dei manifestanti antifascisti. I due gruppi si sono dati battaglia mettendo a ferro e fuoco la città, e gli scontri sono culminati nella morte di una ragazza, investita da una macchina guidata da un manifestante neonazista. L'attacco ha ferito pesantemente una dozzina di manifestanti. Le organizzazioni di estrema destra, tra cui alcuni gruppi neonazisti e simpatizzanti del KKK, ufficialmente, stavano manifestando contro la decisione dell'amministrazione cittadina di rimuovere un monumento dedicato al celebre Generale Lee, leader del movimento sudista durante la Guerra Civile.

Nella email Tim Cook ha anche annunciato di voler donare al Southern Poverty Law Centre e alla Anti-Defamation League un milione di dollari a testa. Inoltre i clienti di Apple potranno dare aiuto al SPLC tramite iTunes, se lo desiderano.