Toyota ha costruito un robot per assistere i disabili nelle loro case

di
Toyota ha superato con successo il suo primo test-in-house del Human Support Robot. L'HSR aiuterà le persone con disabilità a completare le attività più semplici come aprire una porta o versare dell'acqua. Il test è stato effettuato nella casa di un veterano americano paraplegico come mostra questo toccante video.

L'HRS, con torso e braccia articolate, ha anche la possibilità di effettuare video telefonate. Prima dei test nella casa del veterano era stato impiegato solamente negli ospedali giapponesi, per dare aiuto, in particolar modo, ai più anziani.

"In Toyota abbiamo preso l'impegno di arricchire le vite delle persone, migliorando la mobilità per tutti", ha dichiarato Doug Moore, senior manager del reparto di Toyota Technology for Human Support.

Camargo, il veterano che ha beneficiato dell'assistenza del robot, come si vede nella dimostrazione, era in grado di controllare HRS grazie ad una sorta di pennino che comandava con la sua bocca, in questo modo poteva dare istruzioni al robot usando il suo touchscreen.

"Questo è un grosso cambiamento per chiunque abbia una disabilità", ha raccontato Camargo nel video.

Il Toyota Research Institute è stato fondato da Toyota nel 2015 con lo scopo di sviluppare tecnologie basate sull'AI da sfruttare per due campi in particolare: le macchine autonome e i robot d'assistenza per le case. La compagnia ha in programma di investire nel progetto cinque miliardi di dollari nel corso dei prossimi cinque anni.