Trump sgancia la più grande bomba non nucleare dell'arsenale USA

di
Gli USA hanno sganciato oggi la loro più potente bomba non nucleare in Afghanistan contro bersagli dell'ISIS. Non si conoscono ancora il numero morti e feriti generati dall'impatto.

La bomba, soprannominata MOAB (Mother of all Bombs), è stata sganciata da un caccia MC-130 alle sette del mattino dello scorso martedì (fuso orario locale). Per il Pentagono si tratta della bomba più potente mai impiegata nella storia degli Stati Uniti.

Il bersaglio dell'operazione era un complesso di tunnel utilizzati dallo Stato Islamico, situato nella provincia di Nangharar. Al momento il Pentagono sta ancora valutando l'entità dei danni provocati e non si conosce ancora la stima dei morti e dei feriti provocati dall'esplosione.

Trump nel corso della campagna elettorale aveva promesso una pioggia di bombe contro l'ISIS. Pare che non fossero semplici parole al vento, anzi.

Iscriviti alla pagina Facebook di Everyeye Tech