Twitter impone la verifica dell'età

di

Twitter, grazie alla partnership con Buddy Media, ha imposto la verifica dell'età e i minori non potranno più accedere a profili che pubblicano materiale riservato ad un pubblico adulto. Tali profili non saranno quindi accessibili e non si potrà ne seguirli ne mandare un messaggio se non si hanno almeno 18 anni. E' da notare però che durante la registrazione alla piattaforma di micro blogging non è previsto l'inserimento della data di nascita, e alla luce di tale funzione è probabile che ciò venga implementato nelle prossime settimane.

Al momento il controllo dell'età è riservato esclusivamente a coloro che hanno account verificati che potrebbero, teoricamente, dichiarare un'età falsa come avviene spesso su Facebook. Un altro fattore importante è dato dal fatto che in America la maggiore età si raggiunge al compimento dei 21 anni ed in Italia e in altri paesi Europei a 18 il che dovrebbe richiedere anche l'inserimento della propria residenza.